Torna a Eventi FPA

News

Photo by rawpixel on Unsplash

Regione Toscana potenzia i servizi on line di sanità digitale

Un nuovo sito web dedicato al Fascicolo Sanitario Elettronico e maggiori funzioni a disposizione dei cittadini anche nella Smart SST, la App che offre l’accesso ai servizi on line della sanità toscana attraverso dispositivi mobili

È pienamente operante il nuovo sito web del Fascicolo Sanitario Elettronico di Regione Toscana. Completamente rinnovato nella grafica e nei contenuti, offre ai cittadini e agli operatori informazioni chiare e semplici su come utilizzare al meglio questo strumento digitale.

Il Fascicolo Sanitario Elettronico, pilastro del percorso nazionale e regionale verso la Sanità Digitale, costituisce un fattore abilitante per il raggiungimento di significativi incrementi di qualità e di efficienza dei servizi sanitari erogati.

In Toscana, nel momento in cui l’assistito dà il consenso all’alimentazione e consultazione dei dati, all’interno del FSE confluiscono tutte le informazioni sanitarie provenienti dalle strutture pubbliche regionali e, a breve, anche quelle inserite dal Medico di famiglia. Il FSE contiene i referti degli esami del sangue e di radiologia, le vaccinazioni effettuate, le lettere di dimissione ospedaliera relative ai ricoveri effettuati in strutture pubbliche, come pure gli accessi effettuati al pronto soccorso, ma non solo; ci sono anche le ricette farmaceutiche elettroniche e i farmaci erogati, le ricette per visite specialistiche, le eventuali esenzioni per patologia, il taccuino da personalizzare con i propri dati e le informazioni sanitarie.

“Attualmente – afferma Andrea Belardinelli, responsabile del settore Sanità digitale e innovazione di Regione Toscana – in Toscana i documenti raccolti nel FSE sono 380.487.453 (39.754.362 esami di laboratorio, 11.705.680 pronto soccorso, 15.120.569 radiodiagnostica, 3.992.939 vaccinazioni, ecc.). Di questi, 247.088.055 sono già associati a Fascicoli Sanitari attivati. Accedere al fascicolo sanitario elettronico è semplice – prosegue Belardinelli – si può fare con un lettore di smartcard attaccato al proprio PC di casa, inserendo la tessera sanitaria attivata, oppure con le più semplici credenziali SPID rilasciate dai vari provider accreditati a livello nazionale (Aruba, Infocert, Intesa, Namirial, Poste, Sielte, SpidItalia e TIM). Ma ancora più facile è utilizzare la APP SmartSST per smartphone e tablet, che è gratuita e si scarica dagli store Android ed iOS; si accede con le credenziali SPID o inquadrando un codice a barre stampato dai Totem PuntoSì di Regione Toscana, sempre inserendo la tessera sanitaria. Pochi attimi i propri dati sanitari e quelli di genitori anziani o i figli sono disponibili, vista la possibilità di attivare varie identità digitali”.

“La tua salute sempre aggiornata e disponibile” è il claim con cui l’Assessorato alla salute di Regione Toscana promuove – attraverso una campagna sui media tradizionali e web, sui social (instagram, facebook e twitter) – l’uso sempre più diffuso del FSE da parte di cittadini e professionisti. Un punto di accesso alla propria storia sanitaria unico, comodo, sicuro e sempre disponibile: questo è il nuovo FSE per i toscani.

Photo by rawpixel on Unsplash